Lavori creativi: realizzare un cartone animato – Parte 1

Sharing is caring!

cartoneIn uno dei nostri articoli precedenti abbiamo parlato dell’importanza dei cartoni animati nella vita dei bambini, di come un’opera animata possa caricarsi di tanti significati, portando dei benefici psicologici non indifferenti nella vita dei più piccoli. Ma sapete quali sono gli elementi e le persone che compongono un’intera opera animata? Scopriamoli insieme.

I lavori del 21° secolo

Il lavoro dei sogni dei bambini delle generazioni precedenti si arricchiscono al giorno d’oggi grazie a internet e all’avvento del digitale. Ai classici lavori di veterinario, medici, insegnanti se ne aggiungono di nuovi lavori che entrano nel panorama lavorativo. Abbiamo a che fare con una nuova generazione che vuole diventare youtuber, blogger, creatori di videogiochi e dei cartoni animati. Non c’è nulla di male purchè restino i tre concetti fondamentali di chi vuole inseguire il proprio lavoro dei sogni: la determinazione, l’ambizione e la conoscenza.

Avere queste tre caratteristiche già in tenera età, significa avere una grande consapevolezza, che se individuata e sostenuta dai genitori, costituisce un fondamentale elemento della formazione di un bambino.


LEGGI ANCHE: Insegnare la consapevolezza ai bambini


Il lavoro in gruppo è un aspetto fondamentale di chi crea un’opera animata. Diversi professionisti, specializzati in discipline artistiche varie, contribuiscono infatti alla realizzazione completa di un cartone animato. La coesione del lavoro da un punto di vista professionale e personale è importante per la riuscita di progetto finale, qualunque esso sia.

Realizzare il cartone animato

cartoneIn genere vi sono 4 fasi che compongono la creazione di un’opera animata. Vediamo quali.

1. Lo sviluppo è la fase in cui si ha l’idea del progetto e la pianificazione e la ricerca del budget da allocare, compito che spetta in genere al produttore.

2. La pre-produzione è la fase in cui si creano le storie, ai personaggi, agli sfondi, alla musica del cartone animato. Questa fase è fondamentale per ottimizzare ciò che verrà fatto durante la produzione, ovvero la fase di animazione vera e propria. Nulla è dato al caso. Tutti gli aspetti della realizzazione sono pianificati in questa fase, dalla scrittura del racconto, alla definizione delle scene da animare.

3. La produzione è il momento in cui si passa all’animazione delle scene. Qui entrano in gioco i nostri amati animatori che daranno vita ai personaggi e mettono in scena i fatti del racconto animato. Prima dell’avvento del digitale, i movimenti dei personaggi venivano disegnati a mano su in foglio, un frame. Oggi i software di animazione digitale hanno sostituito il lavoro manuale che un tempo occorreva per creare un frame, velocizzando il processo di animazione e dando ampio spazio alla sperimentazione.

4. La post-produzione è infine la fase in cui tutte le scene animate sono assemblate durante il montaggio insieme alla musica, ai dialoghi, agli effetti speciali. Così l’opera animata si completa per poi essere distribuita e diffusa sui diversi canali di trasmissione.


LEGGI ANCHE: L’arte ci migliora la vita


 

Realizzare i cartoni animati diventa così un’industria vera e propria nella quale diversi componenti collaborano per creare un prodotto e un obiettivo finale.

Nella parte 2 di questo piccolo approfondimento esamineremo nello specifico chi sono professionisti della creazione di cartoni animati.

L’AUTRICE
Katrin Ann Orbeta – Mash&Co
“Sono nata nelle Filippine ma cresciuta in Italia. Vivendo due culture ne ho visto le bellezze ma anche le differenze: le persone e soprattutto i bambini non hanno gli stessi diritti e opportunità. Credo fermamente che educare i bambini è il miglior modo per creare le basi per un mondo giusto. Da qui nasce Mash&Co, la storia animata digitale che introduce i più piccoli a valori positivi. Il mio contributo per un mondo migliore parte dal mio amore per il disegno, l’animazione e la tecnologia.”

Mash&Co

Sharing is caring!

Comments