Cartoni animati: importanza nello sviluppo del bambino

Sharing is caring!

cartoniOgni essere vivente percepisce il mondo attraverso i sensi. Così anche i bambini per i quali l’apprendimento sensoriale è di vitale importanza per la loro crescita psico-fisica. Udito, tatto, olfatto, gusto e vista sono le finestre con le quali percepiscono la realtà. Oggi ci soffermiamo sull’importanza della vista come finestra da e verso il mondo. In particolare ci dedichiamo sull‘importanza dei colori e dei cartoni animati come mezzi comunicativi dal potere accattivante e stimolante per l’apprendimento e la curiosità dei più piccoli.


Colori e cartoni animati

Tra i fattori esterni che stimolano maggiormente i bambini prima delle emozioni ci sono sicuramente i colori. Malgrado i più piccoli percepiscano i colori in modo diverso rispetto al loro stadio di sviluppo, è comprovato che i colori possano mandare loro dei messaggi specifici. Ad esempio i colori tenui e pastello, che di solito si usano nelle camere dei bambini, trasmettono un senso di calma, mentre i colori più sgargianti come i rossi e gialli stimolano l’attività.

Tra i mezzi più potenti che fanno uso di colori sono i cartoni animati. Infatti, immagini colorate in movimento catturano innanzitutto l’attenzione dei più piccoli prima che capiscano qualsiasi messaggio, fornendo loro un mondo gremito di simboli che rispecchiano concetti complessi da spiegare per la loro tenera età.


LEGGI ANCHE: 5 Motivi Per Cui raccontare Migliorerà L’Umanità


Cartoni animati: i contro

Come molte cose, la televisione e i cartoni animati sono oggetto di accusa per via della loro componente passiva, ma anche per i sospetti che non possano educare propriamente i bambini con i loro contenuti.
Ad esempio, in molte opere animate che hanno dominato gli anni come quelle prodotte dalla Disney, non esistono genitori o guide parentali, come ci si aspetterebbe. Ci sono piuttosto matrigne, streghe e soprusi che opprimono orfani e creature indifese.
Le scelte di Disney rispecchiavano il suo tempo. Creava i lungometraggi ispirate alle fiabe dei fratelli Grimm che racchiudono concetti della trasformazione e vedeva nei protagonisti i sollevatori, capaci di agire per il cambiamento dell’America del ’29.
Partendo da questo esempio possiamo già dedurre che i cartoni animati possono avere un ruolo educativo e possono insegnare tanto. Vediamo come.


I benefici educativi dei cartoni animati

È importante per i genitori capire che i bambini percepiscono il mondo in modo diverso e le fiabe aiutano sicuramente a capire dinamiche complesse della vita. Le fiabe, su cui si basano i cartoni animati, si tingono di diverse simbologie per insegnare ai bambini capacità cognitive e anche morali. Come spiega Maurizio Brasini, esperto di psicologia infantile, i cattivi e orfani nei cartoni animati hanno una motivazione ben precisa:

“la necessità delle fiabe sta proprio qui: affrontano in modo simbolico aspetti problematici dell’esperienza del bambino e offrono delle soluzioni. In modo simbolico, ad esempio, una matrigna rappresenta la “parte cattiva” di ogni madre, cioè le difficoltà di rapporto, le incomprensioni, la sensazione che il bambino prova di aver subito delle ingiustizie, la paura delle punizioni, etc. Allo stesso modo, l’orfano rappresenta una condizione in cui il bambino si appresta a fare a meno del genitore, a tollerarne l’assenza e affrontare la vita senza il suo sostegno per conquistare la sua autonomia”.

Sperimentare una vasta gamma di stimoli sia fisici e psicologici è molto importante per la crescita dei bambini sin dalla tenera età. Avere i sensi allenati significa avere una mente aperta, capace di assorbire, comprendere e imparare a stare nel mondo.

Sebbene i mezzi per l’intrattenimento siano cambiati nel tempo e la fruizione dei cartoni animati sono meno passivi grazie alle televisioni on-demand e ai dispositivi mobili che rende i cartoni anche interattivi, la potenza dei cartoni animati come mezzo di insegnamento ai bambini rimane la stessa, grazie alla forza del racconto come mezzo per veicolare importanti messaggi.

Mash&Co è un prodotto che si basa su questo concetto. È un’app che si serve del racconto sui nuovi media come i dispositivi mobili, per veicolare storie attuali, di amicizia e di difficoltà che si superano.

FONTI: La Repubblica; kidsgoals.com

LEGGI ANCHE: Narrazione Transmediale: Effetti Educativi Di Mash&Co


 

L’AUTRICE
Katrin Ann Orbeta – Mash&Co
“Sono nata nelle Filippine ma cresciuta in Italia. Vivendo due culture ne ho visto le bellezze ma anche le differenze: le persone e soprattutto i bambini non hanno gli stessi diritti e opportunità. Credo fermamente che educare i bambini è il miglior modo per creare le basi per un mondo giusto. Da qui nasce Mash&Co, la storia animata digitale che introduce i più piccoli a valori positivi. Il mio contributo per un mondo migliore parte dal mio amore per il disegno, l’animazione e la tecnologia.”

Mash&Co

 

Sharing is caring!

Comments