Educare alla diversita’

Sharing is caring!

diversitàLa nostra vita è un intreccio di diverse identità, di racconti di vita e di individui diversi da noi.
Prima di parlare di diversità, bisogna parlare di individualità perché in fin dei conti la vita è un insieme di identità con cui abbiamo a che fare come individui innanzitutto. La nostra vita è un contatto tra un’identità e un’altra.

Spesso identifichiamo l’altro come l’insieme di individui dalle caratteristiche simili, annullando il concetto del diverso come identità individuale. In quest’ottica si creano delle idee negative che portano al riconoscimento dell’altro come fonte di minaccia, generando sentimenti di paura e ansia.
Ne deriva il pregiudizio che, come dice la stessa parola, è giudicare prima dell’esperienza, ovvero senza esempi concreti che proverebbero un’opinione o giudizio.

La diversità non è innata, va insegnata

La difficoltà nell’accettare il diverso deriva dal metodo educativo che si riceve nell’ambito familiare e scolastico. In modo particolare ai bambini e ragazzi va insegnato l’importanza della diversità come ricchezza e risorsa per la crescita perché solo il contatto con l’altro può darci la consapevolezza di noi stessi e della nostra identità.

Sarebbe un bene poter educare sull’importanza del dialogo e dell’ascolto. È necessario introdurli al concetto di empatia per aiutare a sviluppare in loro capacità critiche, uscendo dagli schemi.

Quali sono le attività adatte affinché possiamo educare i nostri piccoli alla diversità?

1. Quelle inerenti al cinema e al linguaggio dell’audiovisivo possono certamente essere di aiuto. Attività di de-costruzione e di analisi delle opere cinematografiche e dei punti di vista dei protagonisti aiutano a far mettere i bambini nei panni dei personaggi stessi. Nell’epoca delle immagini, educare a guardare oltre permetterà di essere più selettivi e critici nella fruizione di immagini che ci vengono proposti dai media e da quello che ci circonda.
In quest’ottica l’educazione all’immagine avviene anche andando nei musei. Introdurre infatti i più piccoli a opere artistiche e alla vita degli autori può essere di aiuto nella formazione di un individuo critico e consapevole in fatto di diversità.


LEGGI ANCHE: Educare I Bambini Al Bello


2. Viaggiare permette ai bambini di vedere con occhi e toccare con mano che il mondo è anche quello che si trova fuori dal proprio contesto. Là fuori esistono gli altri che vivono altre vite e esperienze.

Perché la diversità è ricchezza?

La ricchezza della diversità si trova anche in natura con le sue innumerevoli specie che interagiscono tra loro mantenendo l’equilibro di un ecosistema.
Una società multiculturale, multietnica e pertanto basata sulla diversità, porta innovazione e progresso perché il confronto è padre di idee ed è un’opportunità di crescita culturale e morale.

Insomma la diversità è contaminazione che porta innovazione e all’espansione del sapere umano.


LEGGI ANCHE: Consigli Per Insegnare Ai Bambini La Consapevolezza Globale


 

Sharing is caring!

Comments